Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore

Condotte

Sono così denominati quei componenti, generalmente fissi, che collegano ad un ventilatore uno o più punti di presa dei fumi caldi e sono utilizzati, in un SEFFC, per controllare il movimento e il contenimento del fumo e del calore o comunque, in generale, dei fluidi presenti in un sistema di evacuazione forzato.

Scopo delle condotte

Le condotte di controllo del fumo collaborano al funzionamento del SEFFC  e al controllo dello strato di fumo, intervenendo in una o più delle seguenti modalità:

  • Effettuare l’aspirazione locale dei fumi nel compartimento interessato dall’incendio
  • Favorire l’ingresso (naturale o forzato) dell’aria di ricambio proveniente dall’ambiente esterno, qualora vincoli di natura geometrica o architettonica impedissero l’afflusso diretto

Nel primo caso si parla di condotte di controllo del fumo vere e proprie, nel secondo di condotte di immissione dell’aria esterna.

Classificazione normativa

In base al livello di diramazione del sistema di raccolta dei fumi, le condotte di controllo del fumo si dividono in:

condotte_1Condotte di controllo del fumo per singolo compartimento. La condotta può attraversare più compartimenti, ma preleva il fumo da un solo compartimento.

 

 

 

condotte_2Condotte di controllo del fumo per compartimenti multipli.

 

 

 

 

Come indicato nello schema, risulta in questo caso necessario il ricorso alle serrande tagliafuoco per evitare la propagazione dell’incendio nei locali non interessati.

Caratteristiche delle condotte

condotte_3Quando la condotta, o parte di essa, è in comunicazione diretta con un compartimento diverso da quello in cui la condotta effettua il prelievo dei fumi (o l’immissione di aria di ricambio), è necessario garantire la medesima capacità di compartimentazione del compartimento in oggetto.

Il mantenimento delle caratteristiche originarie di compartimentazione può essere ottenuto tramite serrande tagliafuoco, come descritto al punto precedente, oppure con protezioni aggiuntive che riproducano, sula superficie della condotta, le medesime caratteristiche di protezione al fuoco.