Sistemi di evacuazione forzata di fumo e calore

Serrande

Tipologie e funzioni

Le serrande di controllo del fumo sono componenti del SEFFC, collegati e pilotati dagli azionamenti del sistema stesso, che hanno lo scopo di coadiuvare il controllo dello stato di fumo intervenendo per:

    1. Intercettare l’aspirazione dei fumi nel compartimento interessato dall’incendio
    2. Intercettare l’ingresso (naturale o forzato) dell’aria di ricambio proveniente dall’ambiente esterno
    3. Intercettare i fumi presenti in condotte per compartimenti multipli, allo scopo di isolare i tratti di condotta di compartimenti non interessati dall’incendio, allo scopo di evitare la propagazione dell’incendio stesso.

Nel primo caso si parla di serrande di controllo del fumo propriamente dette

nel secondo di serrande di immissione dell’aria esterna

nel terzo di serrande tagliafuoco

Serrande di aspirazione

serrande_4

Le serrande di controllo svolgono un ruolo fondamentale nella regolazione della portata volumetrica di aspirazione in funzione delle diverse zone di aspirazione del fumo. Questa problematica è sentita particolarmente in presenza di locali estesi (fino a 1600 m2 e oltre), dove la presenza di sacche di fumo non efficacemente rimosse potrebbe addirittura rendere inutile, in certi casi, la presenza del sistema di evacuazione forzata. È necessario perciò che la rimozione del fumo avvenga in maniera relativamente omogenea all’interno del volume interessato. A questo scopo si deve tenere conto, nella progettazione del sistema di canalizzazione, dell’estensione e della geometria del locale, oltre che da eventuali vincoli interni (dovuti per esempio alla disposizione degli arredi), e armonizzare questi dati con un corretto dimensionamento delle bocche di aspirazione, della loro numerosità e posizione.

A questo proposito, un dato importante è rappresentato dal coefficiente aerodinamico delle serrande, che a sua volta influenza direttamente la velocità di passaggio. Quest’ultima va considerata con attenzione in quanto potrebbe, in combinazione con le elevate temperature presenti, favorire il collasso meccanico della serranda se non opportunamente calcolata.

Serrande di immissione

Quando l’entrata dell’aria fresca esterna viene realizzata per via naturale, risultano fondamentali la posizione e il dimensionamento delle superfici di immissione, e delle eventuali serrande presenti su di esse, al fine del mantenimento del regime di flusso. Si è infatti constatato che una eccessiva velocità di afflusso trasforma il flusso laminare in turbolento. In queste condizioni viene distrutta la stratificazione termica dei fumi e non è più possibile controllare lo strato libero da fumo. Nella norma UNI 9494-2 sono indicati, sulla base delle prove di laboratorio e dell’esperienza sul campo, i valori limite consigliati per l’aria in ingresso.

Serrande tagliafuoco

Scopo delle serrande tagliafuoco è impedire la propagazione dell’incendio nei locali non interessati, potenzialmente in comunicazione con il locale interessato tramite tratti comuni di condotte. L’uso delle serrande tagliafuoco diviene perciò necessario in presenza di condotti per compartimenti multipli.