Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore

Afflusso aria fresca

La stratificazione dei fumi e dei gas caldi è il principio teorico per il funzionamento di un impianto di evacuazione naturale di fumo e calore. Quando si sviluppa un incendio, naturalmente si creeranno una zona di pressione e una zona di depressione. Le due zone sono separate da una superficie chiamata piano neutro.

afflusso aria fresca 1Sotto al piano neutro c’è la zona libera da fumi che consente l’evacuazione delle persone e l’intervento delle squadre di emergenza.

Il sistema raggiunge l’equilibrio garantendo il mantenimento della quota del piano neutro. Vi è un’autoregolazione anche al mutare delle condizioni dell’incendio. L’equilibrio che si crea è tra l’aria in ingresso e la quantità di fumo/calore in uscita.

Le superfici progettate per garantire l’ingresso di aria fresca sono dunque fondamentali per il funzionamento dell’intero sistema. Risultano fondamentali la posizione e il dimensionamento delle superfici di immissione.

afflusso aria fresca 2

 

La precedente normativa richiedeva solo un rapporto tra superficie d’ingresso e superficie di evacuazione in copertura o tetto. Oggi invece oltre a dover mantenere un rapporto preciso, viene anche introdotto un coefficiente di correzione che tiene conto della forma della singola apertura utilizzata per l’ingresso dell’aria.

Qualora scopo prioritario del sistema sia la tutela delle persone occorre garantire che  le aperture d’ingresso dell’aria si azionino contestualmente agli ENFC. Senza questo, non è possibile garantire l’altezza libera da fumi calcolata in progetto.

In caso di edifici con superfici molto estese, occorre garantire la superficie di afflusso d’aria calcolato sul comparto maggiore.

 

 

afflusso aria fresca 3Le aperture al piede, poiché parte integrante del sistema, devono essere identificate e lasciate libere da ostruzioni.

Griglie di areazione installate sotto il piano neutro sono dei buoni compromessi in termini economici, se non è necessario porre particolare attenzione a isolamento termico e abbattimento acustico.

Qualora l’analisi del rischio richieda un’apertura automatica per le prese d’aria dovrà essere garantito il funzionamento anche in assenza di energia elettrica.

 

 

Video dimostrativo con Fire Test