Sistemi di evacuazione naturale di fumo e calore

Sistema di controllo ENFC

Accanto a linee di collegamento ed ENFC, le stazioni di comando completano il panorama degli elementi che è bene approfondire per un corretto dimensionamento di un sistema di evacuazione naturale di fumo e calore.

Alla presenza di linee di collegamento elettriche, la stazione di comando dovrà far partire l’impulso proveniente dalla centrale di rivelazione fumi, o dai pulsanti manuali distribuiti nel fabbricato, che andrà a comandare i dispositivi pirotecnici o magneti di attivazione degli evacuatori di fumo e calore.

Sistemi di controllo 1Alla presenza di linee di collegamento pneumatiche, è opportuno valutare il tipo di evacuatori che si desidera comandare.

Innanzitutto sarà necessario identificare la tipologia di cilindro a semplice doppio effetto e conseguentemente scegliere la stazione di comando idonea. La centrale di comando dovrà garantire l’apertura contestuale di tutti gli ENFC del comparto e dialogare con altri sistemi di allarme come ad esempio gli impianti di rilevazione fumo e aperture al piede per l’ingresso dell’aria fresca.

Poiché i sistemi antincendio devono garantire il funzionamento anche in assenza di energia elettrica, normalmente la pressurizzazione delle linee pneumatiche avviene mediante gas incombustibile compresso in grado di raggiungere velocemente elevate pressioni. La pressione di esercizio in caso d’incendio di un cilindro varia tra gli otto e i dieci bar.Sistemi di controllo 2

Nel dimensionamento della stazione di comando bisogna valutare la capienza cilindri, la lunghezza delle linee di collegamento e il tempo in cui bisogna aprire tutto il comparto interessato all’incendio. Vedi UNI 9494-1 2012.

Dai diagrammi di Mollier per il gas incombustibile che utilizzeremo, possiamo determinare il volume specifico. Calcolato successivamente il volume totale dell’impianto, possiamo determinare la quantità e la pressione di gas necessario a garantire il funzionamento del nostro impianto.Sistemi di controllo 3

In commercio ci sono bombole con determinate grammature di gas e a specifiche pressioni di esercizio.

La possibilità di utilizzare le stesse linee pneumatiche di collegamento come impianto per la ventilazione giornaliera, ci obbliga a scegliere stazioni di comando a doppia funzione (antincendio + ventilazione giornaliera). Queste garantiscono la priorità all’antincendio mediante sistemi certificati che escludono la funzione ventilazione, ripristinabile solamente manualmente.

Sistemi di controllo 4La funzione di ventilazione può essere integrata con sistemi di controllo parametri climatici e di temperatura interna per garantire una maggior automazione di questo sistema.