Impianti di ventilazione industriale

Stabilimento Marcegaglia – Ventilazione naturale

Cliente: Marcegaglia
Ambito: Gruppo leader in Europa e tra i primi nel mondo nella produzione di TUBI e nella trasformazione dell'acciaio
Tipologia di intervento: Insrimento, all'interno della struttura commerciale, di un impianto a duplice funzione: Evacuazione forzata di fumo e calore e Ventilazione giornaliera.
Descrizione: Installazione, al fine di garantire un adeguato ricambio d'aria, di un Sistema di Ventilazione naturale ognitempo - Unilab

Descrizione della problematica

marceAll’interno dei capannoni produttivi di Marcegaglia risulta necessario garantire un adeguato ricambio d’aria in corrispondenza della corsia 2, così come già realizzato nello spazio della corsia 1. Il calore presente all’interno dei capannoni stratifica spontaneamente secondo un gradiente termico che può essere utilizzato per ricavare una spinta ascensionale. Nella stagione calda questo effetto diventa più marcato. La soluzione individuata consiste nello sfruttamento dei moti convettivi verticali dell’aria interna ai fini di un’estrazione naturale che determini il necessario ricambio con aria fresca proveniente dall’esterno, evitando quindi il ricorso a sistemi di estrazione forzata dal basso che, oltre a rappresentare un notevole costo di installazione e di esercizio, non risulterebbero efficaci.

L’estrazione naturale statica viene ottenuta tramite aperture ogni-tempo sul tetto realizzate con prodotti Bovema Unilab 1 che permettono una estrazione continua dell’aria più calda stratificata nella parte superiore del capannone. L’apporto dell’aria fresca dalla parte bassa del capannone è fornito dalle aperture alla base situate sul perimetro dell’edificio (inteso come insieme di 20 capannoni), in primo luogo le due aperture di testa della corsia 2. La distanza media di tali aperture dal volume interessato al ricambio viene tenuta in conto, nei calcoli effettuati, tramite un fattore di forma inferiore all’unità. La soluzione individuata quindi si basa su movimenti naturali dell’aria, resi sfruttabili dal particolare disegno del sistema di estrazione statica, che gli conferisce caratteristiche ogni-tempo. Tale sistema permette infatti l’afflusso dell’aria fresca in modo uniforme producendo flussi laminari anche nelle parti centrali del capannone.

Gli elementi principali del sistema consistono in : N° 11 elementi di ventilazione naturale da tetto a prova d’acqua, per complessivi 350 m2 circa (superficie geometrica) e capacità estrattiva media di circa 600.000 m3/h (elementi a colore pieno nella figura seguente, espulsione dell’aria in direzione verticale in uscita dalla pagina); Volume interessato al ricambio aria: circa 336x45x12.5 = 189.000 m3, in corrispondenza della corsia 2 (elemento tratteggiato in figura seguente); Gradiente termico: si assume un valore di circa 0,65 °C/m, mediato su base annuale, sviluppato nella sola direzione verticale, che richiama aria fresca in direzione orizzontale dalla periferia del volume interessato (frecce in figura seguente).

Vantaggi della soluzione Unilab

Il calore in eccesso viene estratto contribuendo alla mitigazione della temperatura inferiore durante l’estate.
L’estrazione naturale dell’aria inquinata avviene senza costi di gestione (energia).
L’estrazione naturale si autoregola in funzione delle temperature e dei carichi termici.

 

Relazione