Sistemi di smaltimento di fumi e calore (SFC)

Differenza tra smaltimento di fumo e calore (SFC) ed evacuazione di fumo e calore (EFC)

Il Capitolo S.8 Codice di Prevenzione Incendi prevede tre livelli di prestazione. Escludendo il livello I che non prevede alcun tipo di adempimento, il livello di prestazione II per il quale è previsto lo Smaltimento di Fumi e Calore (SFC) è un livello di prestazione di grado inferiore rispetto al Livello III che invece richiede la presenza di un Sistema di Evacuazione di Fumo e Calore Naturale o Forzato (ENFC o EFFC) progettato secondo le norme della famiglia UNI-9494. 

Diversi i sistemi, perché diversi gli obiettivi: mentre l’Evacuazione di fumo e calore è destinata eminentemente alla protezione dell’esodo degli occupanti, un sistema di smaltimento deve “facilitare le operazioni delle squadre di soccorso”.

In termini prestazionali la differenza tra i due sistemi consiste nella creazione e il mantenimento nel tempo dello strato libero da fumo, garantita solo dal livello di prestazione III (evacuazione).

Nel percorso progettuale previsto dalla RTO, le valutazioni per stabilire quale dei tre livelli di prestazione sia da applicare in una data situazione, sono in larga parte demandate allo studio delle condizioni di esodo e al calcolo dei tempi ASET e RSET di cui si occupa diffusamente il capitolo M.3 della stessa RTO “METODI. Salvaguardia della vita con la progettazione prestazionale.