Sistemi pressurizzati - Filtri fumo

Dispositivo di pressurizzazione con controllo della pressione

È il componente principale di un sistema pressurizzato o filtro fumo, anche se non l’unico indispensabile, ed è responsabile della realizzazione della sovrappressione definita dal progetto e del suo mantenimento per tutto il tempo di utilizzo del sistema pressurizzato.

Sovente questo componente è in realtà un complesso di sotto-componenti (ventilatore, quadro di comando, alimentazione elettrica, pressostato/i differenziale/i e sistemi di controllo), disponibile sotto forma di kit composto dagli elementi necessari a realizzare le differenti funzionalità richieste dai requisiti inerenti la sovrappressione e il suo mantenimento costante nel tempo.

Vediamo nel dettaglio quali sono i componenti utilizzati:

Ventilatore

ventilatore assiale trifase per filtro fumo sistema sovrapressione

Unità di pressurizzazione per filtri a prova di fumo porta aperta

Unità di pressurizzazione per filtri a prova di fumo a porta chiusa

Il suo scopo è far affluire un certo volume di aria, prelevata dall’esterno, fino al locale protetto. È richiesto, innanzitutto, un ventilatore capace di fornire una portata volumetrica in grado di assicurare la sovrappressione prevista tenendo in considerazione tutte le perdite presenti nel locale in condizione di porte chiuse, ovvero le perdite attribuibili a:

  • Porte chiuse,
  • Finestre chiuse,
  • Porosità e fessurazioni delle pareti,
  • Porosità e fessurazioni di soffitto e pavimento.

Inoltre il ventilatore deve essere selezionato in modo che la sua portata sia in grado di generare la corretta velocità di controflusso in condizione di porta/e aperta/e.

La portata suddetta deve essere disponibile al netto delle perdite dinamiche delle condotte di afflusso e del percorso di scarico verso lo spazio esterno. Di conseguenza va sempre effettuato un calcolo aeraulico per individuare il ventilatore adatto.

Quadro di alimentazione e comando

Quadro-di-alimentazione-e-comando-filtro-fumo-esterno

Quadro di alimentazione e comando – esterno

Quadro-di-alimentazione-e-comando-filtro-fumo--interno

Quadro di alimentazione e comando – interno

Lo scopo di questo componente è fornire l’alimentazione elettrica al ventilatore del filtro fumo e controllarne il funzionamento, nonché mettere a disposizione un’interfaccia di dialogo con l’utente.

L’alimentazione, dal punto di erogazione al punto di utilizzo (ovvero il ventilatore), deve essere protetta contro gli effetti dell’incendio e garantita per un tempo sufficiente a consentire al Sistema pressurizzato il completo conseguimento dell’obiettivo per cui viene progettato. Il controllo del ventilatore, che spesso è equipaggiato con dispositivi atti a renderne più efficace e rapido il pilotaggio (p. es inverter o similari), viene realizzato con il concorso di circuiti elettrici di controllo e opportuna sensoristica.

Circuiti di controllo

schema-controlli-digitali-filtro-fumo-sistema-pressurizzato

Schema controlli digitali

schema-generale-quadro-filtro-fumo-sistema-pressurizzato

Schema generale quadro

Il vero cuore del sistema di stabilizzazione della pressione è l’elettronica di controllo. Anche qui, come accade in molteplici applicazioni industriali, sistemi di retroazione basati su componentistica analogica o digitale consentono all’unità di pressurizzazione di reagire in tempo reale ai mutevoli scenari dinamici che si presentano nei locali interessati durante l’esodo delle persone.

Sensoristica

Il controllo del ventilatore richiede una raccolta di informazioni che il circuito di controllo e il quadro di comando trasformano in output allo scopo di adattare la portata volumetrica alle diverse richieste del sistema in termini di afflusso d’aria. Le informazioni in entrata al circuito di controllo sono rese disponibili da una rete di sensori, principalmente i pressostati differenziali; sovente il pilotaggio del ventilatore richiede anche l’utilizzo di sensori di posizione sulle porte che vengono utilizzate dagli occupanti in fuga.